Mostra temporanea

Due mostre temporanee da novembre 2018 „ Presepi di tutto il mondo“ e „Presepi innevati“

„Presepi di tutto il mondo“ da novembre 2018 a settembre 2019.

In occasione del decimo anniversario della fondazione del Museo del Presepe, la coppia di collezionisti Sieglinde e Udo Hergesell, dal Bergischen Land presenta 173 presepi e rappresentazioni natalizie da 74 paesi e 5 continenti.

Nelle rappresentazioni natalizie oitremo ammirare alcuni indumenti tipici e ambienti regionali.

Per il rifugio della Santa Famiglia saranno utilizzate baite, stalle, palazzi in rovina e posti naturali; Ad esempio le baite su pali e rifugi semplicissimi provenienti dalla cultura asiatica; mentre dall´Africa   rondavel con i tetti di paglia; dall´America del sud muretti che proteggono il bambino disteso sulla „Pachamama“ (madre-terra). Gli animali che accompagnano la Santa Famiglia sono altri: lama, elefanti, bufali d´acqua, uccelli. Si vedono anche altre piante, come cactus, palme e agave.

„Presepi innevati“ da novembre 2018 a maggio 2019

In occasione del decimo anniversario della fondazione del Museo del presepe un´apprezziabile mostra temporanea di presepi innevati che richiamano i nostri paesaggi . Artisti tedeschi e italiani, fra  loro Claudio Mattei e Antonio Pigozzi, che hanno creato questi presepi con tanto amore per il dettaglio. Natale innevato in  tutte le sue caratteristiche.

Paesaggi innevati, tetti bianchi da cui pendono le strane forme che il ghiaccio crea, bambini giocando nella neve, una slitta trainata da cavalli, sembra di  sentire suonare  i campanelli, adulti che preparano la festa natalizia. Soggiorni riscaldati e la tavola apparecchiata.

Alcuni visitatori avvertiranno la sensazione di freddo invernale, dello scricchiolare della neve sotto le scarpe, del profumo di mele cotte al forno e del panpepato. Un Natale bianco  che fa risplendere le candele molto più forte.

Storietta su come Sieglinde e Udo Hergesell hanno scoperto tutti questi presepi

Il presepe di Lladro con gli eleganti re

Durante un viaggio nel 1981 nel Lussemburgo vedemmo delle statue spagnole che avevamo già viste a Monaco di Baviera negli anni 70. Lì nacque in noi la passione di collezionare e negli anni 80 e 90  le abbiamo cercate nelle zona di Colonia e Bonn.

Secondo quel che si dice la ditta Lladro non avrebbe mai prodotto dei presepi. E in un estate le vedemmo in un negozzio in rimanenza, nel pieno dell´estate.

Il Lladro presepe con passamano d´oro e abiti in luminosa porcellana bianca

È stato a novembre del 2012 durante il convegno internazionale del presepe a Innsbruck.

In vetrina di un negozio elegantissimo di porcellana vedemmo la Santa Famiglia con un angelo purtroppo solo queste statue.

Nella zona di Colonia/Bonn la nostra ricerca di Lladro statue e rimasta senza succeso. Qui ci aiuto l´internet. Un negozziante si era specializzato fra altri in queste bellezze

Klepsch presepe in blocco di vetro

Passammo alcuni giorni nella Foresta Bavarese con le sue meravigliose creazioni in vetro. A Bodenmais ci affascinava un impressionante blocco di vetro su e nel quale diverse tecniche dell´innesto del vetro erano state applicate. L´artista era Christian Klepsch di cui si possono ammirare i lavori nei musei delle vicinanze.

Ma il prezzo! Dopo una notte agitata abbiamo deciso di acquistare questo pezzo meravigioso.

Presepe ceco da Hütenglas

È da un´amica presepista a Berlino che abbiamo ammirato per la prima volta le statue variopinte del presepe di Hüttenglas. Queste devono essere state prodotte fino al 1958. Erano bellissime ma irraggiungibili.

Alcuni anni dopo abbiamo visitato una manufattura di cristallo. Chi sa cosa si poteva trovare lì? In ogni caso – non era nel periodo natalizio – abbiamo cercato oggettistica natalizia. „ si, lì dietro c´e qualcosa variopinto!“. Non ci potevamo credere: erano davvero le statue del presepe che cercavamo. L´anno dopo in un negozzio di oggetti  in vetro ceco a Oberstdorf abbiamo trovato alcune altre statue azzeccate e un anno dopo altre due in un mercatino.

Dopo non ne abbiamo più viste benché speravamo trovare il bue e l´asino.